~ Libraia su misura  ~

Categoria Quando scrivo

Odessa

19 febbraio 1900 Mio Mordechai,ieri sera, con Julia, siamo state all’Opera, racimolando il possibile per vedere la Patti cantare nel Barbiere.Là c’erano già alcuni conoscenti di Julia che conoscevo di vista.Uno di questi era Leon Shkolnick, gli Shkolnick delle falegnamerie,… Continua a leggere →

Odessa

1 settembre 1899 Mio Mordechai,trapela dalle tue ultime parole lo sconforto e la rabbia per la scarsa gratitudine che ricevi a fronte delle cure che stai prestando al cronicario. In parte posso comprendere la tua delusione. Ma è una piccolissima… Continua a leggere →

Odessa

19 luglio 1899 Amato Mordechai,tra le ultime righe che mi hai mandato scrivi della casa, dei mobili che già vivevano lì e di quelli arrivati dal Crawford Market o da Andheri.L’armadio pesante e scuro e il trumeau a cui manca… Continua a leggere →

Odessa

5 luglio 1899 È al mattino, Mordechai, che la luce scompare e l’aria si addensa e preme e a nulla valgono le esortazioni ad accogliere il giorno nuovo.Sono piena di me e delle contingenze e della necessità.E non è cinismo…. Continua a leggere →

Odessa

2 aprile 1899 Mio caro Mordechai,la pioggia inchioda sputi di polvere sulle finestre da giorni. Sulle pareti spuntano strani e minuscoli fiori di calce e nitrato e mi ricordo del sole e del caldo nei giardini sulla Deribasovskaja e i… Continua a leggere →

Odessa

7 luglio 1897 Mon cher Mordechai,Vi scrivo dal porto di Varna in attesa di un imbarco per Odessa: da lì spero di trovare un passaggio per Mosca.Ho sentito dire che le strade non sono sicure e, come forse vi ricordate,… Continua a leggere →

Odessa

10 gennaio 1901 “I dreamt about you last night and I fell out of bed twice” Amato Mordechai, il freddo ci stringe come un pugno e il suo colpo mortifica ogni tentativo di sole. Dalle strade sono scomparsi tutti. Via… Continua a leggere →

Odessa

Articolo evidenziato

23 maggio 1901 “Learning to cope with feelings aroused in me My hands in the soil, buried inside of myself My love wears forbidden colours” Mio Mordechai, ha piovuto ininterrottamente per giorni, qui, e oggi l’aria ha quella qualità rara… Continua a leggere →

Odessa

Articolo evidenziato

11 dicembre 1900 Amato Mordechai,piove ininterrottamente da giorni della pioggia mescolata alla sabbia e al sale che abbiamo solo noi, solo qui.E qui, l’acqua non lava e non riordina, al contrario, raduna la polvere delle strade e sui vetri in… Continua a leggere →

Odessa

Articolo evidenziato

20 novembre 1900 Mio Mordechai,oggi la nebbia si è aggrappata ai lampioni, ai davanzali dei nuovi palazzi affacciati sulla Primorskaya, è salita fino alle croci del monastero di San Michele e sventola dai pennoni della fortezza, un’enorme vela bianca che… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2021 Anna Livia Plurabelle — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑